NOWHERE 2020

Cancellation, refunds & FAQ

Go directly to:

CANCELLATION ANNOUNCEMENT

Dear Nobodies, friends,

We write to you with a heavy heart to announce
that Nowhere is cancelled for the year 2020
as a consequence of the Covid-19 pandemic.

If you already bought a ticket,
you will receive an e-mail in the coming days
with information on refunds
and all the other nitty-gritty details
that come with cancelling an event.

The pandemic took the world by surprise.
Over the last few weeks,
we have frequently adapted our plans
as the situation developed and new information became available.

Only ten days ago, we were confident
that we could watch the situation unfold for some time
and wait to have a clearer view
before having to make a hard decision.

Today, most European countries are in lockdown.
They have set up travel restrictions
and partially closed their borders.
Spain in particular is facing a severe outbreak
and has mobilised its entire medical infrastructure
to fight the pandemic.

By the time summer comes,
there are good chances that the lockdown and restrictions
will have been partially lifted.
However, the risks are high
that there will still be some rules
preventing us from holding the event.

More importantly, our partners of the Red Cross
are currently hard at work fighting the disease,
and unable to commit to any event
outside of the current emergency.
Understandably, we are not a priority for them at the moment.
Without them on site,
we are unable to ensure the safety of our participants,
and so we are ethically and legally required to call off the event.

For these reasons,
the Directors and Metaleads have unanimously decided
to cancel our plans to hold Nowhere in 2020.
Participant wellbeing is our top priority,
and this has clearly become
the only responsible way to move forward.

In these strange and trying times,
it is essential that we act as a community
that cares for its own
and for the broader world.
This is as much part of our DNA
as the magnificent event in the field of dirt
that we co-create every year.
This means checking on one another,
helping the most vulnerable,
and adopting the right gestures and behavior
as we keep learning what they are.

Every year, when we pack our tents and leave the Monegros desert,
we take a little bit of Nowhere with us in our hearts
to keep with us for the rest of the year.
This keeps us secure in the knowledge
that we form a community wherever we are,
not only out in the wild for a few days a year.
We will have to make do with this for a while longer.
When this is over, we’ll pick up where we left off
and keep working to make an even better event.

In the meantime,
be safe,
stay hydrated,
take care of yourselves and of others.
Now more than ever, we’ll need it.

And as the song goes,
We’ll meet again some sunny day.

Chères et chers Nobodies et ami.e.s,

C’est avec le coeur lourd que nous vous écrivons pour vous annoncer
que l’édition 2020 de Nowhere est annulée
des conséquences de la pandémie du Covid-19.

Si vous avez déjà acheté un billet,
vous recevrez un e-mail dans les prochains jours
avec les modalités de remboursement
et tous les détails expliquant les raisons
qui nous ont poussées à annuler l’événement.

Cette pandémie a pris le monde par surprise.
Ces dernières semaines,
nous avons régulièrement adapté nos plans
au fur et à mesure du développement de la situation
et des informations disponibles.

Il y a encore dix jours, nous étions optimistes,
quant au fait de voir la situation s’améliorer,
et voulions attendre d’avoir une vision plus claire
avant d’avoir éventuellement à prendre
une possible décision lourde de sens.

Aujourd’hui, beaucoup de pays européens sont en situation de confinement.
Les gouvernements ont restreint les déplacements
et partiellement fermés leurs frontières.
L’Espagne est particulièrement touchée
et a mobilisé l’ensemble de ses infrastructures médicales
pour lutter contre la pandémie.

D’ici à l’été,
il y a de grandes chances que le confinement et les restrictions
soient partiellement levés.
Cependant, il est probable
que certaines mesures soient encore en place
et nous empêchent d’organiser cette édition du Nowhere.

Plus important encore, nos partenaires de la Croix Rouge
travaillent actuellement d’arrache-pied pour lutter contre l’infection,
et ne peuvent s’engager sur aucun événement
en dehors de l’état d’urgence actuel.
De toute évidence, nous ne sommes pas une priorité pour le moment.
Sans leur présence sur le site,
nous ne pouvons pas assurer la sécurité des participants,
et nous sommes donc contraint d’un point de vue éthique et légal
d’annuler l’événement.

Pour toutes ces raisons,
Les Directeurs et Metaleads ont décidé à l’unanimité
d’annuler l’organisation de Nowhere en 2020.
La santé de nos participants est notre priorité absolue,
et il est maintenant clair que
l’annulation est devenue la seule réponse possible.

En ces temps étranges et difficiles
il est essentiel que nous agissions comme une communauté
qui se préoccupe des siens
autant que du reste du monde.
Cela fait autant partie de notre ADN
que le magnifique événement
que nous créons ensemble chaque année.
Cela veut dire nous occuper les uns des autres,
aider les plus vulnérables,
et adopter les bons gestes et comportements
pour lutter contre l’épidémie.

Chaque année, quand nous rangeons nos tentes
et quittons le désert du Monegros,
nous emportons un peu de Nowhere avec nous
et le cultivons tout le reste de l’année.
Cela nous conforte dans l’idée
que nous formons une communauté,
bien au-delà de ces quelques jours dans le désert.
Nous devrons faire perdurer ce sentiment un peu plus longtemps.
Quand tout sera terminé, nous reprendrons
là où nous nous sommes arrêté.e.s
et ferons en sorte de co-créer un événement encore plus mémorable.

Entre temps,
faites attention,
hydratez-vous,
et prenez soin de vous et des autres.

Et comme dit la chanson,
« We’ll meet again some sunny day. »

Querides Nobodies, amigues,

Os escribimos para anunciaros
con dolor en el corazón
que Nowhere 2020 se cancela
como consecuencia de la pandemia Covid-19.

Si ya habéis comprado la entrada,
recibiréis un email en los próximos días
con información sobre las devoluciones
y otros pormenores surgidos de cancelar el evento.

La pandemia ha pillado al mundo por sorpresa.
Durante las últimas semanas, hemos ido adaptando los planes
a la evolución de la situación y a la nueva información disponible.
Hace solo diez días, confiábamos en poder observar y manejar la situación
durante algo de tiempo y esperar a tener una visión más clara
antes de tener que tomar una decisión tan dura.

Hoy, la mayoría de países europeos están en cuarentena.
Han establecido restricciones a los viajes
y cerrado parcialmente sus fronteras.
España en particular, se está enfrentando a un brote severo,
y ha movilizado su infraestructura médica al completo
para luchar contra la pandemia.

Hasta que llegue el verano, hay posibilidades de que
la cuarentena y las restricciones hayan sido levantadas parcialmente.
De todos modos, los riesgos son tan elevados
que todavía habrá algunas normas que nos impidan celebrar el evento.

Y muy importante,
nuestres compañeres de Cruz Roja están actualmente trabajando duro
para luchar contra la enfermedad, y son incapaces de comprometerse con ningún evento
más allá de la emergencia actual.
Como es comprensible, nosotres no somos su prioridad en este momento.

Sin elles on site, somos incapaces de garantizar la seguridad de les participantes
por lo que estamos obligados ética y legalmente a cancelar el evento.

Por estas razones, Directores y Metaleads hemos decidido por unanimidad
cancelar nuestros planes de celebrar Nowhere 2020.
El bienestar de les participantes es nuestra mayor prioridad,
y este ha sido claramente el único camino responsable que podíamos tomar.

En estos momentos extraños y difíciles, es esencial que actuemos como una comunidad
que cuida de sí misma y del conjunto del mundo.
Esto forma parte de nuestro ADN, como el maravilloso evento
que co-creamos cada año en el polvo del desierto.

Esto implica estar atentos de les otres, ayudar a los más vulnerables
y tener los mejores gestos y comportamientos, mientras seguimos aprendiendo.

Cada año, cuando desmontamos nuestras tiendas
y nos vamos del desierto de Monegros, nos llevamos en el corazón
un poquito de Nowhere, para mantenerlo con nosotres durante el resto del año.
Esto mantiene en nuestro interior la certeza
de que formamos una comunidad estemos donde estemos,
no solo en la naturaleza unos pocos días al año.

Tendremos que conformarnos con esto durante algún tiempo más.
Cuando esto termine, lo retomaremos donde lo dejamos,
y seguiremos trabajando para hacer un evento todavía mejor.

Mientras tanto,
mantenéos a salvo,
hidratáos,
cuidad de vosotres y de los demás.
Ahora más que nunca, lo necesitaremos.

Y, como dice la canción,
Nos volveremos a encontrar algún día soleado.

Cari compagni Nowheriani,

Vi scriviamo con il cuore pesante per annunciare che dobbiamo cancellare Nowhere 2020 come conseguenza della pandemia di Covid-19.
Se ha già acquistato un biglietto, riceverai un’e-mail nei prossimi giorni con informazioni sui rimborsi e tutti gli altri dettagli che derivano dall’annullamento di un evento.
La pandemia ha colto di sorpresa il mondo.
Nelle ultime settimane, abbiamo adattato al meglio i nostri piani con il progredire della situazione e la disponibilità di nuove informazioni.
Solo dieci giorni fa eravamo fiduciosi che potremmo osservare la situazione svolgersi per qualche tempo e aspettare di avere una visione più chiara prima di dover prendere una decisione difficile.
Oggi, la maggior parte dei paesi europei è in stato di blocco.
Hanno istituito restrizioni di viaggio e parzialmente chiuso i loro confini.
La Spagna in particolare sta affrontando un grave focolaio e ha mobilitato la sua intera infrastruttura medica per combattere la pandemia.
Quando arriva l’estate, ci sono buone possibilità che il blocco e le restrizioni sarà stato parzialmente sollevato.
Tuttavia, i rischi sono elevati che ci saranno ancora alcune regole che ci possano impedire di tenere l’evento.
Ancora più importante, i nostri partner della Croce Rossa sono attualmente al lavoro per combattere la malattia, e incapaci di impegnarsi in qualsiasi evento al di fuori dell’attuale emergenza.
Comprensibilmente, al momento non siamo una priorità per loro.
Senza di loro sul posto, non siamo in grado di garantire la sicurezza dei nostri partecipanti, e quindi siamo eticamente e legalmente tenuti a annullare l’evento.

Per queste ragioni, i Direttori e Metaleads hanno deciso all’unanimità per annullare i nostri piani per tenere Nowhere nel 2020.
Il benessere dei partecipanti è la nostra massima priorità, e questo è chiaramente diventato l’unico modo responsabile per andare avanti.

In questi tempi strani e difficili, è essenziale agire come una comunità, dove ci prendiamo cura di noi stessi e del mondo più ampio.
Questo fa parte del nostro DNA come il magnifico evento in questo sporco campo che creiamo insieme ogni anno.
Questo significa prendersi cura l’un l’altro, aiutare i più vulnerabili, adottando i giusti gesti e comportamenti mentre continuiamo a conoscerci meglio.
Ogni anno, quando imballiamo le tende e lasciamo il deserto dei Monegros, portiamo un po’ di Nowhere con noi nei nostri cuori e ci rimane per il resto dell’anno.
Questo ci mantiene sicuri nella conoscenza che formiamo una comunità ovunque ci troviamo, non solo allo stato brado per alcuni giorni all’anno.
Dovremo essere pazienti ancora per un po ‘.
Al termine di tutta questa situazione, riprenderemo da dove eravamo rimasti e continuare a lavorare per rendere questo evento ancora migliore.
Nel frattempo, mantieniti sano, rimani idratato, prenditi cura di te e degli altri.
Ora più che mai, ne avremo bisogno.
E mentre la canzone va, ci rivedremo in una giornata di sole.

Beste Nobodies, vrienden

We moeten je met pijn in het hart meedelen
dat Nowhere 2020 geannuleerd is
als gevolg van de Covid-19-pandemie.

Als je al een ticket gekocht hebt
zul je de komende dagen een mail ontvangen
met informatie over de terugbetaling
en andere specifieke details
die bij het annuleren van een evenement horen.

De pandemie heeft de wereld
de afgelopen weken overvallen.
We hebben onze plannen regelmatig aangepast naargelang
de situatie evolueerde en er nieuwe informatie beschikbaar kwam.

Slechts tien dagen geleden waren we ervan overtuigd
dat we de situatie een tijdje op zijn beloop konden laten
en konden wachten tot we meer duidelijkheid hadden
alvorens een moeilijke beslissing te moeten nemen.

Vandaag zijn de meeste Europese landen in lockdown
en gelden er reisbeperkingen.
De grenzen zijn ook gedeeltelijk gesloten.
Spanje in het bijzonder is erg hard getroffen
en heeft zijn hele medische infrastructuur gemobiliseerd
om de pandemie te bestrijden.

Tegen het moment dat de zomer begint
is de kans groot dat de lockdown en de beperkingen
gedeeltelijk opgeheven zullen zijn.
Er is echter veel kans
dat er nog bepaalde regels zullen zijn
waardoor Nowhere niet kan doorgaan.

Het belangrijkste is dat onze partners van het Rode Kruis
momenteel hard aan het vechten zijn tegen de ziekte
en niet in staat zullen zijn om zich in te zetten voor
iets anders dan de huidige noodsituatie.
Wij zijn uiteraard geen prioriteit voor hen op dit moment.
Zonder hun aanwezigheid
kunnen we de veiligheid van onze deelnemers niet garanderen
en zijn we ethisch en wettelijk verplicht het evenement af te blazen.

Om die redenen
hebben de Directeurs en de Metaleads unaniem beslist
om Nowhere in 2020 niet te laten doorgaan.
Het welzijn van de deelnemers is onze prioriteit,
en dit is overduidelijk
de enige verantwoordelijke manier om verder te gaan.

In deze vreemde en moeilijke tijden
is het essentieel dat we handelen als een gemeenschap
die voor zichzelf
en voor de wereld kan zorgen.
Dit maakt net zoveel deel uit van ons DNA
als het schitterende evenement op het modderveld
dat we ieder jaar samen creëren.
Dir betekent voor anderen zorgen,
de meest kwetsbaren helpen
en het juiste gedrag tonen
terwijl we blijven leren wat dat is.

Ieder jaar wanneer we onze tent inpakken en van de Monegroswoestijn weggaan,
nemen we een klein beetje Nowhere mee in ons hart
voor de rest van het jaar.
Dit geeft ons moed wetende
dat we een gemeenschap vormen, waar we ook zijn,
niet slechts een paar dagen per jaar in de wildernis.
We zullen het er ditmaal wat langer mee moeten doen.
Wanneer dit alles voorbij is, zullen we verdergaan waar we gestopt zijn
en zorgen voor een nog beter evenement.

In de tussentijd,
wees veilig,
hydrateer jezelf,
zorg voor jezelf en voor anderen.
We hebben het nu meer dan anders nodig.

En zoals het liedje gaat
We’ll meet again some sunny day.

TICKET REFUND POLICY

8 Aprile 2020

Prima di tutto vogliamo chiedere scusa per il silenzio radio a tutti coloro che ci hanno scritto email o messaggi su Facebook. Anche noi come tutti siamo alle prese con una situazione incerta e in continuo cambiamento e stiamo cercando di trovare il modo migliore per portare avanti l’evento. Abbiamo nuove informazioni e vorremmo mantenervi il più possibile aggiornati.

Ricapitolando:
Il 24 marzo I quattro direttori di Nowhere (Dave, Diana, Pete e Will) e i Metalead di NOrg si sono incontrati per discutere l’epidemia di Covid-19 e hanno raggiunto la conclusione di annullare Nowhere 2020. Abbiamo annunciato pubblicamente questa decisione il giorno seguente.
Poco dopo, abbiamo annunciato la decisione di rifondere parzialmente i biglietti già venduti. Perché solo parzialmente? Perché abbiamo già speso una parte considerevole dei nostri introiti per organizzare Nowhere 2020 e abbiamo bisogno di conservare parte dei fondi per le spese di mantenimento annuali. Appena l’epidemia di Covid-19 ha iniziato a sembrare una minaccia per l’evento abbiamo bloccato qualsiasi spesa non indispensabile e abbiamo deciso che il modo migliore di procedere sarebbe stato di utilizzare quanto guadagnato dalla vendita dei biglietti per i rimborsi.
In seguito a questo annuncio abbiamo ricevuto molti messaggi dalla comunità.
Alcuni erano d’accordo con la nostra decisione mentre altri richiedevano ulteriori o migliori spiegazioni riguardo al processo che ha portato a questa decisione, nonché più chiarezza nella nostra contabilità per il 2020. Altri ancora sono stati scontenti per la decisione di rimborsare solo il 50% del prezzo della maggior parte dei biglietti.
All’inizio della settimana scorsa ci è stata indicata una interpretazione della legge spagnola sugli eventi pubblicata giorni prima dal Comitato per la Difesa dei Consumatori dell’Aragona, la magnifica regione della Spagna dove si svolge Nowhere.
Questo comunicato dichiara che tutti gli eventi della regione forzati ad annullare a causa della pandemia di Covid-19 sono obbligati ad offrire il rimborso del 100% del biglietto se richiesto.
Abbiamo immediatamente contattato il Comitato per la Difesa dei Consumatori per chiedere chiarimenti. Ci hanno spiegato che stanno ricontrollando la loro interpretazione della legge visto il pesante impatto economico e la possibilità di bancarotta per molte imprese. In ogni caso non ci hanno saputo dire se e in che modo questa legge sia applicabile a Nowhere, e quando la nuova interpretazione verrà pubblicata.
Come potete vedere, la situazione è in continuo cambiamento. In ogni caso, indipendentemente da quanto sarà deciso dal comitato per i consumatori, abbiamo deciso di offrire un rimborso del 100% del prezzo del biglietto a tutti coloro che lo desiderano. Ci toccherè utilizzare più risorse di emergenza di quanto avremmo voluto e di conseguenza organizzare Nowhere l’anno prossimo sarà una sfida ancora maggiore. Ciò nonostante tutti noi pensiamo che questa sia la scelta giusta, specialmente alla luce dei numerosi messaggi che abbiamo ricevuto dai Nowheriani a cui, oggi più che mai, un pò di soldi in tasca farebbero comodo.
Come ben sapete l’organizzazione che tiene in piedi Nowhere ha varie spese fisse, che vanno pagate anche se l’evento non si svolge. Nel corso dell’anno studieremo come ridurre al minimo queste spese fisse. In ogni caso il rimborso totale di ogni singolo biglietto avrebbe un impatto economico molto forte per sull’evento.
Stiamo ancora studiando i dettagli del processo di rimborso. Se avete già richiesto un rimborso parziale attraverso il nostro sito web vi daremo la possibilità di cambiare la vostra decisione e sarete in grado di chiedere il rimborso di qualunque percentuale del biglietto desideriate, fino al 100%. Avremo bisogno di un po’ di tempo per definire con esattezza i dettagli di questo processo, ma abbiamo preferito comunicarvi già da ora la nostra decisione di permettere rimborsi completi. Riceverete ulteriori informazioni sui dettagli del processo di rimborso nel giro di un paio di settimane.
Nel frattempo abbiamo preparato una lista delle domande ricorrenti che abbiamo ricevuto nelle ultime settimane in seguito agli annunci dell’annullamento dell’evento e dei rimborsi. Come richiesto da molti di voi pubblichiamo anche un stima più dettagliata della nostra contabilità per il Nowhere 2020, in modo che possiate verificare voi stessi come siamo messi a livello economico. Ovviamente i costi per l’anno a venire sono soltanto una stima.
Abbiamo sempre cercato di essere trasparenti per quanto riguarda la nostra contabilità e speriamo che queste informazioni rispondano alle vostre domande. Nel caso ricevessimo ulteriori domande le aggiungeremo alla lista.
Soprattutto ci auguriamo che rimaniate in salute e al sicuro. Sappiate che, sia per via di questa situazione difficile, sia per qualsiasi altro motivo, decidiate di richiedere un rimborso completo, Nowhere sopravviverà. Se vorrete invece aiutarci a sostenere l’impatto economico causato dalla pandemia e dalla necessità di annullare l’evento del 2020, potete donare una qualsiasi parte del vostro biglietto a Nowhere.
Come sempre, non dimenticate di mantenervi idratati.

Cancellation FAQ

La decisione finale è stata presa dai direttori del Nowhere, che hanno la responsabilità legale di tenere a galla l’evento finanziariamente. Come tali, sono coloro che nel NOrg hanno anche responsabilità di prendere decisioni finanziarie, quali la scelta di offrire rimborsi.

La ragione per cui all’inizio avevamo scelto di offrire rimborsi parziali è stata dettata dalla preoccupazione per il benessere finanziario dell’evento e per il desiderio di procedere velocemente con i rimborsi parziali, in maniera che quantomeno ai partecipanti potessero essere restituiti un po’ dei loro soldi velocemente. All’inizio i direttori volevano evitare di usare il nostro fondo di contingenza per i rimborsi, perché il prossimo sarà probabilmente un anno instabile per il Nowhere.

Appena abbiamo iniziato a prendere in considerazione seriamente la possibilità di dover annullare l’evento abbiamo congelato tutte le spese non essenziali e le nuove assunzioni. Abbiamo divulgato la possibilità, e gli adeguamenti necessari, alla mailing list dei capi del NOrg, che contiene un centinaio di di volontari coinvolti nell’organizzazione annuale dell’evento.

Come le nostre condizioni contrattuali indicano, la nostra normale politica è di non restituire alcun rimborso. L’opinione unanime è stata che ciò sarebbe andato contro i nostri valori e che la nostra comunità non debba subire più di quanto sia necessario affinché sia possibile continuare a riproporre l’evento nel futuro.

Offrire rimborsi parziali ci era sembrato il modo migliore di proteggere il futuro dell’evento.

Ma dopo aver parlato con il Comitato per la Tutela dei Consumatori dell’Aragona, e dopo aver ricevuto numerosi riscontri dalla comunità, i direttori hanno deciso di usare i nostri fondi di contingenza per aiutarci a sostenere il costo di offrire il rimborso completo a chiunque ne faccia richiesta.

Usando i nostri fondi di contingenza, riducendo i costi e rifacendo il bilancio di previsione delle spese per l’evento dell’anno prossimo, il Nowhere può permettersi di offrire il 100% dei rimborsi a chi lo richiedesse. La decisione non manderà l’evento in bancarotta. Ciononostante, se tutti chiederanno un rimborso, ci sarà un notevole impatto sulle finanze dell’evento e renderà certamente più complicato organizzare il Nowhere 2021.

Se per qualunque ragione vorresti un rimborso, sarà OK per il Nowhere. Non andremo in fallimento per questo. Ma se ci volessi aiutare a fronteggiare il colpo economico di questi tempi difficili, e sei finanziariamente in grado di farlo, puoi donare la frazione che preferisci del costo del biglietto all’evento, che aiuterà il Nowhere a resistere in questo periodo di incertezza.

Stiamo ancora mettendo a punto gli aspetti pratici di questa decisione, ma ti metteremo in grado di cambiare la tua scelta, anche se avrai già ricevuto un rimborso parziale o totale del tuo biglietto. Ci faremo sentire verso metà aprile con indicazioni su come cambiare la tua decisione.
Certamente!

Income (Ricavi)

La nostra struttura è composta da due compagnie con diversi anni fiscali. La prima compagnia è basata in Spagna, dove l’anno fiscale va dal 1/1/2020 al 31/12/2020; la seconda è basata nel Regno Unito, dove l’anno fiscale finisce ad aprile. La vendita dei biglietti comincia a febbraio, che è il momento in cui cominciamo ad ottenere un ricavo. Ciò vuol dire che all’inizio del 2021 avremo due mesi di costi senza ricavi, che è qualcosa di cui dobbiamo tener conto nelle previsioni delle spese che dovremo affrontare quest’anno.

Ricavi per i biglietti per il 2020:

Il nostro ricavo finora è stato di 653.439 Euro, compresi 2.579 Euro donati alle arti, per 3390 biglietti venduti.

Per andare in pareggio nel 2020, la nostra stima era di dover vendere 3435 biglietti. Al momento ci mancano 45 biglietti per raggiungere il pareggio, per cui se le cose restano come sono avremo una perdita di 14.000 Euro.

Importo N. venduti Tipo Prezzo %
2,579€ 107
Donazione alle Arti
/ /
555,600€ 2,778 Livello 1 200 81.9%
17,280€ 216
Basso reddito
80 6.4%
20€ 20 Bambini 1 0.6%
240€ 3
Adolescenti (14-18 anni)
80 0.1%
120€ 1
Locali (Los Monegros)
120 0.0%
0€ 4 Accompagnatori 0 0.1%
65,600€ 328
Codici Prevendita
200 9.7%
12,000€ 40 VIP 300 1.2%
TOTALE TOTALE
653,439€ 3,390
Su questi ricavi dobbiamo pagare il 21% di IVA. Non pagheremo l’IVA completa sui biglietti rimborsati.
653,439.00€ TOTALE
113,406.77€ 21% IVA
540,032.23€
Totale dopo le tasse


Spese

TOTALE €106,300
Magazzino (Barcellona)
€3,000
Magazzino (Sariñena)
€1,400
Mailchimp – Newsletter €1,500
Spese di contabilità (stimate)
€10,000
Spese bancarie / Cambio valuta (stimate)
€500
Assicurazione sui container
€1,000
Avvocati €1,000
Going Nowhere – Somewhere EU  (assicurazione sulla responsabilità delle compagnie) €1,000
Telefono €500
Serivizi professionali: coordinatore finanziario, supporto legale e finanziario, coordinatore del sito e logisitica, più relative tasse sul lavoro
€80,000
Costi logistici, viaggi a Sarinena, incontri relativi ai permessi
€500
Costi informatici
€1,000
Toilette organiche – deposito del 10% non rimborsabile
€4,000
Costi per la gestione del Build, progettazione e Strike già avvenuti
€400
Incontri €500

Spiegazione dei conti da parte dei Direttori

Dopo aver pubblicato la nostra prima stima dei costi dell’annullamento del Nowhere nel 2020, abbiamo abbiamo speso la scorsa settimana ad analizzare con più attenzione del cifre e a consultare i nostri contabili. Siamo stati in grado di tagliare sostanzialmente alcuni dei costi, in particolare annullando il meeting annuale di tutti i capi, riducendo le ore dello staff degli anni a venire, ed effettuando vari tagli anche per gli anni a venire laddove possibile.

Nella fretta di tirar fuori dei numeri per l’annuncio iniziale abbiamo incluso alcune voci, quali le tasse dell’anno scorso, che non sarebbero state da attribuite all’anno in corso ma sarebbero dovute figurare nel budget dell’anno scorso. Chiediamo scusa alla comunità per questi errori.

Riguardo altre spese, quali i gabinetti, i nostri fornitori hanno acconsentito a rimandare le spese al prossimo anno. A questo punto siamo confidenti che riusciremo a recuperare queste spese in futuro, il che ci permette di ridurre ulteriormente le spese per l’annullamento. Cercheremo anche di capire quali di queste perdite sarà possibile scaricare dalle tasse da pagare e se ci saranno piani governativi di cui potremo far uso.

La tabella aggiornata qui presentata rappresenta l’impatto sul flusso di cassa del Nowhere così come ci appare al momento. Ovviamente questa è ancora una situazione in rapida evoluzione e potremo essere costretti a rivedere questi numeri man mano che abbiamo ulteriori informazioni.

Abbiamo tre membri del personale assunti nella nostra comunità: un impiegato, che è un obbligo legale, e due appaltatori.

Non appena annullare l’evento è diventata una possibilità concreta, abbiamo congelato tutte le spese non essenziali abbiamo sospeso i piani di assumere ulteriore personale. Per tenere i costi bassi, alcuni membri attuali del personale hanno inoltre deciso personalmente di ridurre le proprie ore di lavoro.

Il nostro personale pagato si prende cura di alcuni compiti critici come tempistica e di obbligo legale. Gran parte di questo lavoro deve essere svolto che l’evento avvenga o no, in aggiunta ai nostri doveri etici come datori di lavoro. In ogni caso abbiamo intenzione di mantenere le spese per il personale al minimo richiesto, come si può vedere dal congelamento delle assunzioni di circa un mese fa.

L’Imposta di Valore Aggiunto, IVA, è la tassa principale su beni e servizi in Spagna e in Europa. È una tassa indiretta: la tassa è raccolta dalle compagnie e poi passata al governo. Nel nostro caso, raccogliamo la tassa da voi quando comprate il biglietto.

La tariffa che si applica ai nostri biglietti è del 21%. Ciò vuol dire che per ogni biglietto venduto al prezzo di 200€ il NOrg può spenderne 165€ e deve consegnarne 35€ in tasse al governo spagnolo. Lo stesso vale per qualunque altra merce o servizio acquistato in Spagna.Sebbene noi gestiamo il Nowhere come una compagnia senza scopo di lucro, la nostra entità legale deve obbedire a tutti gli obblighi di regolamentazione governativa così come ogni altra compagnia. Ciò include pagare diverse tasse (IVA, imposte societarie, tasse sul reddito dei nostri appaltatori), gestire libri contabili ecc.

Così come abbiamo raccolto queste tasse quando avete comprato i vostri biglietti, le dobbiamo pagare al governo. Le tasse sono pagate ogni trimestre e alla fine dell’anno, il che vuol dire che dovremo pagare le tasse per le vendite di febbraio e marzo al governo Spagnolo nel prossimo trimestre.

Se ci sarà un qualche rimborso sulle tasse questo avverrà a dicembre e verrà ricevuto in seguito, fino a luglio 2021. Di conseguenza il nostro bilancio per il corrente anno fiscale deve comprendere la totalità dell’IVA sui biglietti già venduti, anche nel caso che ci sarà un rimborso parziale delle tasse in futuro.

Ora che abbiamo deciso di rimborsare il 100% dei biglietti del Nowhere l’ammontare dell’IVA sarà molto meno, a seconda di quanti decideranno di ricevere il rimborso completo.

Il Nowhere ha un’assicurazione sulla responsabilità dell’evento e per i direttori, nessuna delle quali copre una pandemia come quella del Covid-19.

Abbiamo verificato con i nostri fornitori assicurativi e nessun contratto avrebbe coperto questa situazione: le pandemie e gli interventi di governo alla scala a cui stiamo assistendo sono specificamente escluse dalla loro copertura.

Abbiamo tenuto sotto controllo le misure di assistenza man mano che sono state annunciate e nelle prossime settimane investigheremo se si applicano al Nowhere con l’aiuto dei nostri avvocati e contabili. Le regolamentazioni cambiano letteralmente ogni giorno man mano che il governo reagisce alla crisi e noi ne stiamo tenendo d’occhio l’evoluzione.
Continueremo ad esplorare tutte le opzioni per affrontare questa tempesta. Abbiamo comunque delle preoccupazioni sulle implicazioni morali di usare l’assistenza che il governo intende utilizzare per garantire la sussistenza della popolazione, data la natura del nostro evento.

Il Nowhere ha dei costi fissi, che ci sia un evento o no.

Questi includono, ad esempio: normali spese che si hanno gestendo un’attività (assicurazioni, avvocati, contabili, impiegati, tasse), informatica (sito web, mailing list, newsletter), varie spese non rimborsabili (in particolare i fornitori dei biglietti), magazzino, visite alle autorità, riunioni ed altre spese.

Ogni anno paghiamo le tasse su tutto il ricavato dai biglietti che non abbiamo speso sull’evento. Se dovessimo tenere tutto il ricavato dei biglietti le tasse sarebbero irregolarmente alte perché non avremmo molte spese da dichiarare. Questo vorrebbe dire avere meno fondi disponibili per il Nowhere 2021.

In pratica dovremmo pagare sia i costi fissi del 2020 che tutti i costi per svolgere l’evento del 2021 con un ricavato del 2021 severamente ridotto. Questo avrebbe un impatto significativo sul costo dei biglietti del Nowhere 2021 e sulla nostra capacità di organizzare tale evento.

Abbiamo discusso della possibilità di rimandare il Nowhere invece di annullarlo e abbiamo stabilito che i rischi sono troppo alti. Non sappiamo che effetto avrà la pandemia sulla Spagna o sul resto del mondo. Inoltre, se dovessimo anche annullare l’evento di settembre il Nowhere si troverebbe in una situazione finanziaria ancora più difficile.

Pensiamo anche che sarebbe irresponsabile tenere un evento internazionale con migliaia di partecipanti a rischio di infortunio se non sappiamo quanto gli ospedali e le cliniche locali si saranno riprese dalla pandemia in corso. Consideriamo che occupare un letto di ospedale per un infortunio capitato al Nowhere inaccettabile se sarebbe potuto essere usato per un paziente di Covid-19.